Progetti scuola infanzia

CONOSCERE, SPERIMENTARE, CRESCERE

MY LITTLE ENGLISH

Il Progetto di lingua inglese
Il progetto di lingua inglese è rivolto a tutti i bambini, ma in maniera differenziata.

  • Per i bambini di tre anni sarà svolto all’interno della sezione dalle insegnanti e attraverso l’ascolto di semplici canzoncine, filastrocche, impareranno a salutare, i colori , i numeri vogliono far comprendere ai piccoli che c’è una lingua diversa dalla nostra.
  • Per i bambini grandi di cinque anni e per i bambini mezzani di 4 anni si avvia un progetto più strutturato gestito Sara Tomasoni diplomata al liceo linguistico.

FINALITA’

  • Avviare gradualmente i bambini e le bambine alla conoscenza e all’uso della lingua inglese promuovendo le capacità comunicative e relazionali.
  • Promuovere abilità di ascolto attraverso lavori di gruppo e giochi cooperativi.
  • Stimolare la curiosità dei bambini, attraverso la creazione di semplici dialoghi , il riconoscimento di suoni e l’abbinamento di immagini a suoni

ATTIVITA’, In specifico:

  • Giochi, creazione di cartelloni, con il supporto di canzoni e filastrocche, giochi in gruppo tutto proposto in maniera ludica e piacevole.
  • What’s your name?Dopo la presentazione si realizzerà una “identity card”e si tratteranno saluti e presentazioni.
  • My body i bambini impareranno le varie parti del corpo.
  • Day /night si apprenderanno le parti della giornata
  • Colours conoscenza dei colori
  • Animals si conosceranno i nomi di alcuni animali da fattoria con aggettivi abbinati(big e small)
  • Numbers attraverso filastrocche i bambini conosceranno i numeri fino a 10.

TEMPI

Un pomeriggio a settimana a partire da novembre 2016 con tre gruppi di grandi (5 anni) per 12 incontri
Da gennaio 2017 con tre gruppi di bambini mezzani (4 anni) per 6 incontri.

SPAZI

L’aula adiacente alla palestra.

PSICOMOTRICITA’

L’attività psicomotoria è un’esperienza che coinvolge tutta la persona, dall’aspetto motorio, a quello emotivo e del pensiero.
E’ uno spazio in cui il bambino può esprimersi ed imparare ad utilizzare le proprie capacità stimolando la spinta all’autonomia e allo sviluppo di un immagine positiva di sé. I giochi e le attività proposte permettono ai bambini e alle bambine di sperimentare le loro potenzialità, i limiti fisici, i contrasti le sensazioni date dai momenti di rilassamento e il piacere del gioco anche in cooperazione con gli altri.

Il progetto è gestito da:

Dott. Gianfranco Quadri responsabile della Cooperativa “La Ludica” di Borgosatollo, formatosi al C.I.S.E.R.P. (CENTRO ITALIANO STUDI E RICERCHE IN PSICOLOGIA E PSICOMOTRICITA’) di Verona e laureato in scienze psicomotorie.
Il progetto prevede 24 incontri per ogni età ed è rivolto a tutti i bambini della scuola. Si svolge una volta alla settimana (l’incontro dura 45 minuti) nella nostra palestra e i gruppi sono per intersezione , ma eterogenei  per età.

OBIETTIVI E PERCORSO PER I PICCOLI  

Schema corporeo

  • Rotolare
  • Strisciare
  • Gattonare
  • Equilibrio e dis-equilibrio
  • Correre
  • Saltare
  • lanciare
  • sperimentando oggetti e materiali non strutturati

Concetti spaziali

  • dentro/fuori
  • aperto/chiuso
  • grande/piccolo
  • vicino/lontano

OBIETTIVI E PERCORSO PER I MEZZANI

Schema corporeo e motorio

  • rotolare + strisciare
  • quadrupedia + camminare
  • correre + saltare
  • equilibrarsi
  • lanciare

Organizzazione dello spazio

  • gioco libero e ricerche creative con cerchi , palle, materiale non strutturato
  • orientamento e concetti (dentro/fuori, grande/piccolo, sopra/ sotto,…)

Organizzazione temporale

  • ritmo
  • veloce/lento
  • forte/debole
  • prima/dopo

OBIETTIVI E PERCORSO PER I GRANDI

Schema corporeo

  • io strutturo l’ambiente
  • ricerche creative con materiali diversi
  • il corpo prende forma
  • coordinazione delle mani
  • giochi sulla respirazione

Organizzazione spaziale

  • orientamento e adattamento
  • concetti dello spazio(dentro/fuori,….)

Organizzazione temporale

  • sperimento il ritmo
  • adesso, prima, dopo, successione
  • destra/sinistra
  • approccio al concetto di simmetria
FESTE E RICORRENZE

La nostra scuola ad ispirazione cristiana presta attenzione a ricorrenze religiose (Natale, Pasqua) ma anche a feste ludiche (Carnevale) e feste scuola-famiglia (spettacolo di fine anno).

NATALE

Nel mese di dicembre la programmazione si orienta sulla festività natalizia per far cogliere ai bambini i simboli e i valori più significativi di questa ricorrenza.
La nascita di Gesù è un atto d’amore di Dio verso l’uomo e un evento per la fede cristiana. In parallelo per i bambini si rappresenta la famiglia come luogo d’amore e di accoglienza. Tutto ciò con particolare attenzione da parte del gruppo docenti per i bambini di altre religioni, verso i quali, per rispetto e, in accordo con le famiglie, si personalizzano i lavori.

Obiettivi formativi

  • Accogliere aspetti significativi della cultura di appartenenza
  • Esprimere con linguaggi diversi, i sentimenti che il Natale ispira
  • Conoscere alcuni simboli(albero di Natale, presepio, candele,…).
    Tradizionalmente con i bambini si organizza uno spettacolo per rivolgere gli auguri ai familiari: i bambini di ogni sezione impara un canto adatto al periodo.

PASQUA

La festività pasquale introduce i bambini alla rinascita e all’atteggiamento di pace.

Obiettivi formativi

  • Accogliere aspetti significativi della ricorrenza pasquale
  • Conoscere i simboli tipici di Pasqua (le palme, l’uovo,…)

CARNEVALE

In questo periodo si sviluppa il tema del gioco, del mascherarsi, del divertimento, ma anche la conoscenza della cultura delle maschere. La maschera che consente al bambino di calarsi nel personaggio che indossa, gli permette anche di trasformare la realtà secondo sue esigenze interiori, di realizzare le sue potenzialità e di rivelarsi agli altri liberamente.

Obiettivi formativi

  • Conoscere maschere italiane
  • Costruire maschere e costumi
  • Cogliere il significato del gioco e dello scherzo
  • Sviluppare la creatività nel gioco
  • Relazionare con gli altri

FESTA DI FINE ANNO

La scuola dell’Infanzia crea occasioni d’incontro tra genitori e ambiente scolastico. Il periodo dedicato all’ allestimento dello spettacolo per la festa finale diventa il modo per coinvolgere i genitori per creare un momento conviviale di festa e divertimento.
Oltre all’esibizione dei bambini e alle bambine si cerca anche di far esibire i genitori con la rappresentazione di una favola dedicata ai bambini.

PROPEDEUTICA MUSICALE

PREMESSA

La propedeutica musicale vuole valorizzare e sviluppare le abilità cognitive in ogni individuo.
L’attività è proposta a misura di bambino, ossia come attività ludica con la quale scoprire i fenomeni sonori e imparare ad ascoltare ed ascoltarsi.
Giocare con la musica mette in contatto l’alunno con il mondo sonoro e gli permette di sviluppare una creatività musicale che lo porta ad esprimersi in un linguaggio innato ma, allo stesso tempo, tutto da scoprire.

Il progetto di musica comprenderà varie attività, tutte volte alla stimolazione e alla valorizzazione delle percezioni musicali dei bambini: le canzoni, le danze e gli esercizi ritmici stimoleranno l’orecchio musicale, la percezione ritmica e lo sviluppo psicomotorio.
Fare musica insieme sarà anche occasione per vivere momenti sociali, in cui promuovere la collaborazione, il rispetto del proprio turno, la condivisione di spazi e oggetti.
La metodologia utilizzata segue il metodo Orff ed è basato sull’integrazione di musica, parola, movimento, sull’attivazione e coinvolgimento globale della persona sull’interazione del gruppo.

ORGANIZZAZIONE

Il laboratorio è condotto da esperti ed è rivoto a tutti i bambini e bambine della scuola.
Per questo anno scolastico i bambini grandi saranno seguiti da Giacomo Bellini, un insegnante di una scuola primaria paritaria del nostro territorio, che in un’ottica di continuità scolastica offre un progetto musicale.
Per i bambini e bambine di tre e quattro anni la conduttrice del laboratorio sarà Valeria Sinico, insegnante diplomata al Conservatorio di Brescia e con Laurea in Discipline musicali.
Entrambi svolgeranno n° 10 incontri con i gruppi di intersezione delle tre età nella palestra della scuola.

OBIETTIVI GENERALI

Il laboratorio di musica interessa la percezione musicale, ma anche il movimento del corpo, la creatività e la socializzazione.
Dal punto di vista musicale il progetto di musica porta i bambini a:
• Distinguere i suoni con caratteristiche formanti (forte/piano, lungo/corto, alto/basso, lento/veloce, il colore)
• Sviluppare la percezione ritmica
• Promuovere la creatività e l’improvvisazione con il corpo, con la voce, con gli strumenti.

MATERIALI

Nel corso del progetto si utilizzeranno:
• canzoni
• danze
• strumenti musicali
• l’ascolto: di suoni o di brani musicali.
Le attività musicali proposte saranno contestualizzate all’interno della progettazione annuale Che ha per tematica le stagioni.